La mancanza di stimolazioni dall'ambiente esterno produce un fenomeno conosciuto con il nome di "risposta parasimpatica".

Tensione muscolare, pressione sanguigna, battito cardiaco e consumo di ossigeno si autoregolano verso le condizioni ottimali.

I vasi sanguigni, inclusi i capillari, si dilatano migliorando l’efficienza cardiovascolare e aumentando la fornitura di ossigeno e dei nutrienti ad ogni singola cellula del vostro corpo.

I componenti chimici prodotti dal nostro corpo e correlati allo stress, come l’adrenalina, il cortisolo, l’ACTH e l’acido lattico vengono rimossi dal flusso sanguigno e sostituiti dalla benefica endorfina.

L’endorfina può essere considerata come "l’essenza del piacere". Anche chiamata "l’oppio naturale del corpo", l’endorfina prodotta durante il galleggiamento crea intense sensazioni di benessere, alleviando fatica, dolori cronici, così come pure migliora molte delle principali funzioni del cervello, come la memoria e l’apprendimento.

Oltre che essere un rimedio efficace contro lo stress, il galleggiamento è stato utilizzato con ottimi risultati anche per alleviare patologie comel’asma, l’artrite, la sclerosi multipla, disordini di caratteregastrointestinale e cardiovascolare.

Problemi legati alla tensione quali emicranie, mal di schiena e insonniapossono essere significativamente alleviati, considerando anche che la produzione di endorfina contribuisce in maniera sostanziale a ridurre diverse forme di dolori e malesseri cronici.

Chi pratica sport a livello agonistico può trovare nel galleggiamento la migliore tecnica di recupero fisico che si conosca, migliorando la risposta muscolare e i tempi di riposo fra un allenamento e l'altro. 

Inoltre la particolare soluzione salina usata per galleggiare, produce effetti benefici sulla pelle lasciando una sensazione di morbidezza setosa, e di ringiovanimento dei tessuti.

Queste mutazioni biochimiche avvengono naturalmente e spontaneamente in quanto prodotte dal profondo rilassamento sensoriale. Nessuna istruzione, tecnica o sostanza è necessaria.

Ci si deve solo lasciare andare e aspettare che accada.

E qualcosa, dentro, accade.

BENEFICI PER LA MENTE

Immersi in questo ambiente privo di stimoli, il cervello e il sistema nervoso vengono alleggeriti del 90% del normale lavoro che attuano per le esigenze primarie dell'organismo: la regolazione della temperatura, l'equilibrio, la coordinazione muscolare, l'interpretazione degli stimoli sensoriali. Il cervello inizia a cambiare gli schemi dell'attività elettrica, per cui ad un'analisi dell'elettroencefalogramma, le onde cerebrali passano dallo stato Beta(attività cosciente) allo stato Alpha (rilassamento senza pensieri) per approdare allo stato Theta (rilassamento profondo con visioni ipnagogiche).

Questo è lo stato dell'attività cerebrale che i monaci tibetani raggiungono dopo lunghi anni di pratica della meditazione. E' invece possibile raggiungere lo stesso stato di beatitudine e pace interiore in un tempo molto più breve, dopo una serie di sessioni.

Lo stato Theta si sperimenta generalmente pochi istanti prima di addormentarsi, ma nella vasca può essere prolungato per gran parte della sessione. In questo stato il cervello acquista delle capacità notevoli diapprendimento e visualizzazione, nonché ha la possibilità di esprimere al meglio le sue potenzialità creative.

Il galleggiamento è quindi indicato alle persone che svolgono intensa attività di apprendimento e memorizzazione perché favorisce una comprensione profonda dei concetti e un veloce assorbimento delle informazioni, nonché per tutte le persone con intensa attività creativa perché favorisce la libera associazione di idee.

Per poter sfruttare a pieno questo potenziale mentale, la vasca di galleggiamento Pathfinder é dotata di altoparlanti subacquei e di un apparecchiatura video. Qualsiasi informazione può così essere assimilata più efficacemente usando dei sofisticati programmi audio/video. Abbiamo a nostra disposizione terapie audiovisive per ampliare ancora di più gli effetti del rilassamento, come video ipnotici o musica subliminale.

Le misurazioni dell'attività celebrale su persone che praticano abitualmente il galleggiamento, mostrano che il livello di attività nei due emisferi del cervello diventa anche molto bilanciato e sincronizzato. Inoltre i benefici effetti del galleggiamento migliorano notevolmente le capacità di controllo emotivo. Le emozioni negative nonché le cattive abitudini sembrano dissolversi nella vasca insieme alla tensione fisica e agli stress che li accompagnano.

Il fumo, la dipendenza dall’alcool, i problemi di controllo del peso corporeo possono essere veramente alleviati in maniera molto semplice e a volte del tutto spontaneamente. Questi comportamenti di dipendenza possono essere legati ad un basso livello di endorfina presente nel corpo. Stimolando il cervello alla produzione dell’endorfina, il galleggiamento agirebbe sul problema dalla radice.

Il particolare stato di rilassamento prodotto aiuta inoltre a ridurre in maniera evidente lo stress causato da jet lag, per cui il galleggiamento è particolarmente consigliato a tutte le persone che fanno frequentemente voli intercontinentali.

Anche la qualità del sonno migliora notevolmente, risolvendo in parte alcune delle cause dell'insonnia. Un'ora di galleggiamento corrisponde all'incirca a 4 ore di riposo normale, e il sonno della notte successiva è particolarmente profondo e ristoratore.

Gli effetti del galleggiamento si riversano anche sul piano psicologico. In questo stato di "nulla" assoluto è possibile che emergano ricordi del passato remoto, immagini dimenticate, sensazioni di ritorno allo stato prenatale. Alcune esperienze risultano particolarmente illuminanti riguardo la propria sfera emotiva, dando una visione nuova alla propria vita. In alcuni casi un'ora di galleggiamento equivale ad un'ora da uno psicologo, con la differenza che lo psicologo siamo noi stessi, e non c'è alcun tipo di manipolazione dall'esterno.

Quello che accade nella mente di chi galleggia è imprevedibile. Le cose più frequenti sono un flusso di pensieri scostante oppure la totale assenza di questi, lampi di luce, visioni di tunnel, sensazioni di movimento o di cambiamento di orientamento nello spazio, sogni particolarmente vividi, sensazioni di essere stati da qualche parte ma di non ricordarne i dettagli, oppure anche solo banale noia.

La cosa che viene maggiormente influenzata nella vasca è la percezione del tempo. Questo sembra in certi momenti di fermarsi completamente, regalandoci dei puri istanti di eternità. In altre occasioni l'ora di galleggiamento passa velocissima e sembra durare appena la metà.

Anche i sensi vengono influenzati da un'ora di galleggiamento, infatti nel completo buio e silenzio alziamo la nostra soglia percettiva e il mondo di fuori potrebbe apparirci dopo più profumato e colorato.

Gli effetti del galleggiamento non si esauriscono nell'ora in cui si è immersi, ma spesso si protraggono per qualche giorno, conferendo una sensazione di pace e rilassamento verso il mondo.

Galleggiare è un'attività che migliora in tutti gli aspetti la qualità della vita, permettendo di essere più produttivi, efficienti, rilassati e creativi.

BENEFICI PER L’ANIMA

Le nostre attività sono spesso limitate al prendersi cura di mente e corpo, trascurando quella che è la nostra parte più intima e nascosta, la nostra anima immateriale. In tempi come questi parlare di anima può sembrare da un lato antiquato, visto con gli occhi del materialismo dilagante, e dall'altro molto superficiale, come spesso viene considerato il new age.

Eppure non dobbiamo dimenticare che la salute psicofisica passa solo attraverso l'equilibrio di queste tre dimensioni che costituiscono il nostro essere. Il problema è che spesso le altre due componenti, corpo e mente, hanno già tanti problemi, che prima di arrivare a curare l'anima, bisogna liberarsi di altre malattie.

Nelle tradizioni sciamaniche di tutto il mondo però si considera che sia una malattia dell'anima a causare disfunzioni sul piano della salute fisica o mentale. Per noi occidentali questa può sembrare una visione superstiziosa e grossolana. Eppure basta documentarsi un po' per verificare che guarigioni miracolose sono avvenute da sempre grazie al contatto con uno sciamano che aveva accesso a questa dimensione spirituale sconosciuta al nostro mondo materialista.

La vasca non ha nulla di sciamanico in sé, ne si viene indotti a credere che una qualche entità spirituale agisca tramite la vasca su chi vi è immerso all'interno. La risposta sul piano spirituale è una risposta puramente soggettiva, ma non per questo meno autentica. E' stato sperimentato più volte da diverse persone di raggiungere una profonda esperienza mistica grazie al rilassamento ottenuto nella vasca. Molte persone hanno avuto accesso ad una vera e propria illuminazione sulla loro esistenza, riuscendo a modificare comportamenti dannosi alla propria salute (fumo, alcool), e raggiungendo una migliore comprensione dei meccanismi che regolano la propria mente.

Ma è soprattutto la sensazione di una profonda comunione con l'Universo a curare i malesseri della nostra anima. Qualche volta mentre si è immersi nel profondo silenzio e nella completa oscurità, i nostri pensieri sembrano fluire via e un profondissimo senso di pace sembra sommergerci. Non è raro sorridere al sorgere di questa sensazione, e una volta usciti, portarsi dietro questo senso di pace e di profonda unione col mondo. 

Questa sensazione è nota a chi pratica da tempo la meditazione, perché è il risultato di un cammino spirituale sperimentato da millenni nei monasteri d'oriente. Ma senza sottoporsi a lunghe ed estenuanti discipline, la vasca di galleggiamento riesce a trasmettere ad alcuni fortunati individui la stessa sensazione di unione col divino.

Purtroppo la maggior parte di chi vive freneticamente nelle nostre città non riesce ad avere accesso ad una sensazione di questo tipo, un po' per scetticismo, un po' per scarsa conoscenza del proprio mondo spirituale. Molti di noi hanno problemi ben più profondi sul piano fisico e mentale che non hanno possibilità di superare queste difficili barriere ed accedere a questo livello di esperienza. Ma l'uso della vasca può aiutare a sbloccare certe situazioni e portarci ad intraprendere un nuovo cammino personale.

Il bello di un'esperienza di galleggiamento è che tutto ciò che ci accade è spontaneo e proviene unicamente da noi stessi. Non c'è alcun tipo di induzione o manipolazione esterna. Non bisogna credere ad alcun tipo di religione o pratica particolare. Tutto ciò che sperimentiamo è dovuto ai meccanismi del nostro stesso essere, a leggi che ancora ci sono sconosciute, visto che non è stata sviluppata ancora una scienza dell'anima. Solo negli ultimissimi anni sono stati sviluppati concetti come la scienza olografica che tenta di spiegare fenomeni tipo esperienze extracoporee, visioni, memorie remote, percezioni telepatiche, come capacità inconsce della nostra dimensione energetico-spirituale.

Non è necessario avere intrapreso un determinato cammino spirituale per raggiungere certe sensazioni di pace all'interno della vasca, ma di sicuro le persone che hanno già avviato un proprio percorso saranno facilitate in questo. L'importante è non  avere eccessive aspettative da un'esperienza di galleggiamento. Il modo migliore di affrontare l'esperienza è quello di mantenersi aperti e ricettivi con l'idea di prendersi un'ora di vacanza in completo relax in compagnia di se stessi e lasciare che quello che accada lo faccia spontaneamente.

Chi invece conosce pratiche di meditazione, training autogeno, respirazione olotropica, tecniche sciamaniche e altro, è invitato a sperimentarne l'effetto nella vasca. Il potenziale di ognuna di queste tecniche viene accresciuto enormemente, e può fornire l'ambiente ideale per il dischiudersi delle proprie energie sottili. Questo è un campo di aperta sperimentazione in cui ognuno può dare il proprio contributo a formare una visione estesa delle nostre effettive capacità. Oceanmind è anche un'occasione di condividere le proprie esperienze per ampliare la propria conoscenza e i propri orizzonti.

Sono da tempo note le potenzialità eccezionali della nostra immaginazione nella cura di malattie terribili come cancro e altre patologie terminali. Imparare ad usare la propria mente per visualizzare i nostri organi interni come sani e forti induce nel nostro corpo fisico un miglioramento delle reali condizioni di questi organi. Grazie ad innovativi approcci che fanno uso di tecniche avanzate di visualizzazione è possibile aiutare terapie mediche tradizionali a svolgere meglio il loro compito di guarigione. Chiunque conosca queste tecniche ha la possibilità di applicarle nella vasca per ampliarne gli effetti, visto che nella vasca la nostra capacità immaginativa viene amplificata enormemente. Anche i terapisti nel settore sono invitati a sviluppare nuove tecniche che attraverso la vasca possano aiutare persone afflitte da questi mali a superarli con successo.

La speranza è che un giorno ci saranno chiare le dinamiche che legano anima, mente e corpo e che grazie a questa nuova conoscenza l'essere umano ne risulterà più integro e meno in conflitto con se stesso e con il mondo.